Procedura digitale per aprire startup: boom nel 2017

Tocca quota 36,6% il tasso di utilizzo della nuova procedura online per l'apertura di nuove startup

Redazione MondoPMI
0
0
Procedura digitale per aprire startup

Secondo i dati del sesto rapporto trimestrale pubblicato dal Ministero dello Sviluppo Economico in collaborazione con InfoCamere e Unioncamere, nel 2017 sono state costituite 1.117 startup innovative con la nuova procedura digitale per aprire startup.

In data 20 luglio 2016 è entrata in vigore la normativa che permette di costituire una società di capitali a responsabilità limitata in modo digitale e senza fare ricorso a un atto notarile. La normativa è stata in seguito legittimata con la sentenza del TAR del Lazio in data 02 ottobre 2017, che ne ha sancito la totale conformità dal punto di vista giuridico.

Una novità nel diritto societario italiano che ha riscosso molto successo, come dimostrato dai risultati del rapporto di monitoraggio del MISE, che conta al 31 dicembre una totalità di 1.216 imprese ricorse a questa nuova procedura digitale, grazie all’utilizzo di firma digitale e modello standard e senza avvalersi dell’aiuto di un notaio. Di queste 1.216 startup, 61 domande sono ancora in corso di validazione e 38 società sono iscritte provvisoriamente alla sezione ordinaria del Registro delle Imprese in quanto è ancora in corso la verifica dei requisiti.

TiAnticipo_Chaplin_banner_728x90

Il 2017 si chiude quindi con 1.117 startup innovative ufficialmente costituite attraverso la nuova procedura digitale per aprire startup, di cui 917 con procedura totalmente online mentre 200 con procedura in Camera di commercio.
Tocca così quota 36,6% il tasso di utilizzo della nuova procedura nella totalità delle startup costituite nel 2017,  con un incremento annuo di 937 unità totali rispetto al 2016.

Tra le regioni che maggiormente usufruiscono di questa modalità si trova al primo posto la regione Lombardia con 275 startup costituite online, seguita dal Veneto con 151 costituzioni online.

Tra i maggiori vantaggi della procedura digitale per aprire startup rientrano:

  • gratuità: non sono previsti costi specifici legati alla creazione della nuova imprese fatta eccezione per le imposte;

  • disintermediazione: la procedura online permette di verificare l’identità dei sottoscrittori dell’atto tramite firma digitale e senza la presenza di una figura terza;

  • piattaforma web dedicata: i contraenti possono redigere e sottoscrivere l’atto online

  • modulistica standard: atto costitutivo e statuto standard ma allo stesso tempo personalizzabile da parte dell’imprenditore

Queste caratteristiche rendono l’iter di costituzione di una nuova startup molto rapido, e l’imprenditore potrà scegliere se fare tutto in autonomia o avvalersi dell’assistenza qualificata della Camera di Commercio.

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock