Redazione bilancio: una guida per le Piccole Medie Imprese

Studio Baldassi
0
0

Il Consiglio nazionale dei Dottori Commercialisti ed esperti contabili fornisce a tutte le Piccole Medie Imprese un valido supporto normativo per la redazione del bilancio d’esercizio. In prossimità della fine dell’anno, il Consiglio ha rilasciato sulla base dell’articolo 2435 bis un documento (clicca qui per scaricarlo), approvato dalla Commissione sulle Norme e i principi contabili, contenente chiarimenti in materia di:

  • semplificazione normativa, dove previo rispetto delle clausole generali di chiarezza e rappresentazione veritiera e corretta viene data la possibilità di redigere bilanci misti, cioè composti da prospetti sia in forma ordinaria che semplificata;
  • finanziamenti soci, per i quali è necessario presentare informazioni complete nella nota integrativa, sia per definire correttamente l’aspetto patrimoniale-finanziario dell’impresa, sia per avere uno strumento utile nella valutazione degli obblighi tributari;
  • operazioni con parti correlate, allegando sempre comunicazioni dettagliate soprattutto per le frequenti transazioni nelle imprese di piccole dimensioni che coinvolgono soci o membri della governance aziendale;
  • accordi fuori bilancio, per i quali ai redattori basterà indicare in nota integrativa la natura e l’obiettivo economico delle operazioni, senza l’obbligo di rilasciare ulteriori dettagli.

La guida di bilancio è applicabile dalle PMI che rientrano tra i seguenti parametri:

  • attivo inferiore a 4.400.000 euro nel primo esercizio di vita o per due esercizi consecutivi;
  • ricavi da vendite e prestazioni sotto gli 8.800.000 euro;
  • media del personale occupato nell’esercizio non superiore alle 50 unità.