Scadenze fiscali 2017: tutte le date da ricordare

Da febbraio a dicembre, il calendario completo degli adempimenti fiscali.

Redazione MondoPMI
0
0
scadenze_fiscali_2017

Il calendario fiscale del 2017 è ricco di appuntamenti ed è difficile riuscire a ricordarli tutti. Abbiamo dunque pensato di riassumere tutte le scadenze fiscali del 2017 con le principali date da segnare, a partire dal mese di febbraio (gennaio non prevede scadenze per le aziende).

FEBBRAIO

  • Il 28 febbraio rappresenta una data importante per due scadenze: dichiarazione IVA annuale e invio dell’informativa ai contribuenti da parte di Equitalia. Con il nuovo anno la Dichiarazione IVA annuale si stacca dal Modello Unico e dovrà essere presentata entro il 28 febbraio. Sempre entro tale data Equitalia provvederà ad inviare ai contribuenti un’informativa volta a comunicare i carichi dell’ente di riscossione entro il 31 dicembre 2016. Entro il 31 marzo poi i contribuenti potranno scegliere se presentare domanda di adesione agevolata.

MARZO

  • Entro il 7 marzo i sostituti d’imposta hanno l’obbligo di inviare all’Agenzia delle Entrate, tramite via telematica, le certificazioni uniche dei redditi da lavoro dipendente e da pensioni, quelli che sono dunque interessati dal 730 precompilato. La certificazione unica dei lavoratori autonomi che non sono interessati dal 730 precompilato potrà essere inviata entro la scadenza del modello 770/2017 ovvero entro il 31 luglio;
  • Il 16 marzo è la scadenza del Saldo annuale IVA con la possibilità di posticiparlo al 30 giugno 2017 con una maggiorazione dello 0,40% al mese o porzione di esso;
  • Entro il 31 marzo i datori di lavoro e committenti hanno l’obbligo di fornire le certificazioni dei redditi e dei compensi relativi al 2016 (Cu) ai soggetti interessati ovvero a dipendenti e collaboratori. Tale data è importante anche perché rappresenta la scadenza per la presentazione delle domande di rottamazione delle cartelle di pagamento Equitalia.

APRILE

Sono 3 le date importanti per il mese di aprile:

  • 10 aprile, entro questa data coloro che versano l’Iva mensilmente hanno l’obbligo di presentare la comunicazione polivalente ai fini IVA relativa al 2016 (c.d Spesometro per chi versa l’Iva mensilmente) e l’elenco delle operazioni in contanti di importo superiore ai 15 mila euro con soggetti extracomunitari;
  • 15 aprile è la data entro cui l’Agenzia delle Entrate metterà a disposizione dei contribuenti la dichiarazione dei redditi precompilata (modello 730 e modello Unico);
  • 20 aprile è la data entro cui, chi versa l’Iva su base trimestrale, deve presentare la comunicazione polivalente ai fini IVA relativa al 2016 (c.d Spesometro per chi versa l’Iva trimestralmente).

[BannerArticolo]

MAGGIO

Il 31 maggio è una data importante per diversi aspetti fiscali:

  • Scadenza per l’invio della Comunicazione liquidazioni Iva del primo trimestre 2017;
  • Entro questa data, chi ha presentato domanda di adesione agevolata, riceverà da Equitalia una comunicazione con indicazione degli importi da versare;
  • Gli imprenditori che vogliono escludere dal patrimonio aziendale i beni immobili posseduti al 31/10/2016, dovranno inviare la relativa comunicazione entro tale data.

GIUGNO

Il 2017 segna l’addio al Tax Day. Saranno 2 le scadenze calde per i contribuenti italiani:

  • 16 giugno, ultimo giorno valido per pagare la prima rata di IMU e Tasi;
  • 30 giugno, termine ultimo per il versamento della prima rata d’acconto e del saldo di Irpef, Ires e Irap. Anche l’Iva può essere versata entro tale data con una maggiorazione.

Sempre entro il 16 giugno dovrà essere versato il 40% dell’imposta sostitutiva per l’assegnazione ai soci avvenuta entro il 30/09/2016.

LUGLIO

  • Entro il 7 luglio Caf e intermediari hanno l’obbligo di inviare almeno l’80% dei 730 dei propri clienti;
  • Il 24 luglio è la nuova scadenza entro cui Caf ed intermediari possono inviare gli ultimi 730 dei propri clienti, purché l’80% dei modelli sia stato trasmesso entro il 7 luglio. Entro il 24/07 gli intermediari devono inoltre consegnare al contribuente copia del 730 e il prospetto di liquidazione e comunicare all’Agenzia delle Entrate il risultato finale delle dichiarazioni;
  • Entro il 25 luglio deve essere inviato lo Spesometro semestrale ovvero la comunicazione polivalente con le fatture emesse e ricevute ai fini Iva per le operazioni relative al primo semestre del 2017.

Il mese di luglio si conclude poi con il 31 luglio, una data importante che vede coinvolte diverse scadenze:

  • La prima rata d’acconto e il saldo relativi ad Irpef, Ires ed Irap potranno essere pagate entro tale data con una maggiorazione pari a 0,4%;
  • I sostituti d’imposta dovranno provvedere all’invio del modello 770;
  • Data ultima per presentare il voluntary-bis ovvero l’istanza di adesione alla nuova tornata della collaborazione volontaria per l’emersione dei capitali non dichiarati detenuti all’estero.

AGOSTO

Dall’1 agosto al 4 settembre sono sospesi tutti i termini per la trasmissione di documenti e pagamenti di carattere fiscale.

SETTEMBRE

Una sola data, il 18 settembre, è la scadenza fissata per questo mese e riguarda la comunicazione delle liquidazioni IVA relative al secondo trimestre del 2017.

OTTOBRE

Il 2 ottobre è la data di scadenza per l’invio della Dichiarazione dei redditi (perché il 30 settembre, termine di legge, cade di sabato).
Entro tale data devono avvenire anche le operazioni di assegnazione dei beni, inclusa la cessione o trasformazione di società.

NOVEMBRE

Il 30 novembre rappresenta una data calda per diverse scadenze fiscali:

  • Termine per il pagamento della seconda o unica rata delle imposte dirette (Irpef, Ires e Irap);
  • Termine per il versamento del 60% dell’imposta sostitutiva sulle operazioni di assegnazione agevolata effettuate entro il 30/09/2017;
  • Data ultima di versamento per gli imprenditori che hanno sfruttato l’opzione dell’estromissione agevolata di immobili entro il 31/05/2017;
  • Deve essere inviato telematicamente lo spesometro e la comunicazione delle liquidazioni Iva per le operazioni relative al terzo trimestre del 2017.

DICEMBRE

L’anno si conclude con due scadenze fiscali:

  • 18 dicembre, pagamento della seconda rata di Imu e Tasi;
  • 27 dicembre, pagamento della seconda o unica rata Iva.

 

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

 

Image Credit: shutterstock