Scadenze fiscali di novembre 2021

Redazione MondoPMI
0
0
scadenzefiscali_novembre

Oltre ai consueti appuntamenti con il Fisco, a novembre vanno ricordate le scadenze della pace fiscale.

Banca Ifis

Quali sono i principali adempimenti fiscali di novembre 2021

La fine dell’anno si avvicina e con essa aumenta il numero di adempimenti da eseguire e di dichiarazioni da presentare al Fisco. Nel mese di novembre saranno protagonisti in particolare le imposte sui redditi, i modelli per la dichiarazione dei redditi e la pace fiscale. A tutto questo si aggiungono altri adempimenti che si ripetono regolarmente su base mensile, come la presentazione degli elenchi Intrastat e il versamento dell’IVA per i contribuenti mensili.

La data in cui si concentra il maggior numero di adempimenti è il 16 novembre, termine entro il quale è previsto il versamento delle ritenute alla fonte operate dai sostituti d’imposta, dei contributi assicurativi e previdenziali a carico dei datori di lavoro e dell’IVA periodica.

Le date da segnare sul calendario

2 novembre: il primo appuntamento con il Fisco è fissato per martedì 2, il giorno a cui sono rinviate le scadenze originariamente previste per il 31 ottobre. Sono due gli adempimenti principali da ricordare per questa data: il primo riguarda la presentazione del modello 770, da trasmettere all’Agenzia delle Entrate in modalità telematica, mentre il secondo è legato al pagamento delle cartelle esattoriali. Il 2 novembre scade infatti il termine ultimo per il versamento degli importi che sono stati rateizzati a marzo 2020. Inoltre, entro il 2 novembre i soggetti interessati devono presentare l’esterometro e la comunicazione dei flussi Uniemens.

4 novembre: entro questa data è necessario comunicare all’Agenzia delle Entrate le spese sostenute per ottenere il bonus sanificazione.

10 novembre: scade in questa data il termine per l’invio del 730 integrativo e, per gli istituti bancari, il termine per il versamento dell’imposta di bollo sugli assegni circolari.

15 novembre: entro il 15 del mese vanno registrate le fatture differite e le associazioni senza scopo di lucro in regime agevolato devono registrare i corrispettivi delle vendite effettuate il mese precedente.

16 novembre: in questa data si concentra la maggior parte degli adempimenti del mese. Si tratta perlopiù di adempimenti periodici, che spaziano dalla liquidazione e dal versamento dell’IVA trimestrale o mensile al versamento della rata del saldo IVA 2020. Artigiani e commercianti sono tenuti a versare i contributi periodici, mentre i sostituti d’imposta devono versare le ritenute operate e l’imposta sostitutiva sugli incrementi di produttività. Nella stessa data banche e poste devono versare le ritenute sui bonifici, le imprese assicurative le ritenute sulle polizze vita e chi offre affitti brevi le ritenute sui canoni di locazione o sui corrispettivi pagati o incassati.

22 novembre: scadono in questo giorno la comunicazione del dettaglio del canone TV da parte delle imprese elettriche e il termine per il versamento dei contributi mensili FARC ed Enasarco.

25 novembre: come ogni mese, entro il 25 i contribuenti che sono tenuti alla presentazione degli elenchi Intrastat devono presentare la dichiarazione mensile.

30 novembre: l’ultimo giorno del mese è quello dedicato alla cosiddetta pace fiscale e alla dichiarazione dei redditi. Entro questa data chi ha aderito alla rottamazione ter e al saldo e stralcio deve versare quanto ancora dovuto. Inoltre, scade il termine per la presentazione del modello Redditi e per la presentazione della dichiarazione IRAP. Vanno inviati entro fine mese anche i dati relativi alla liquidazione IVA del terzo trimestre e l’imposta di bollo sulle fatture elettroniche emesse nel terzo trimestre.