Scadenze fiscali marzo 2018: gli appuntamenti delle PMI

Tutte le date fiscali da tenere a mente per marzo 2018.

Redazione MondoPMI
0
0

Il prossimo mese vedrà le PMI impegnate nel rispettare alcune importanti scadenze fiscali. Ecco un resoconto delle principali date sul calendario fiscale.

Scadenze fiscali per le Certificazioni Uniche 2018: 7 MARZO

La prima data da segnare sul calendario fiscale è quella del 7 marzo. Le piccole e medie imprese dovranno trasmettere all’Agenzia delle Entrate le Certificazioni Uniche 2018, che servono ad attestare i redditi percepiti dai lavoratori nel corso dell’anno precedente. Le PMI sono in questo caso sostituti d’imposta, ovvero l’organismo che sostituisce il contribuente nei rapporti con il fisco: versano allo Stato i contributi dei dipendenti trattenuti dalle loro buste paga. Le scadenze fiscali in questo caso sono a marzo e a luglio: La Certificazione va inviata all’Agenzia delle Entrate per via telematica entro il 7 marzo, mentre va consegnata al dipendente entro la fine del mese. Entro fine luglio, invece, bisognerà compilare il Modello 770 che certifica allo Stato il versamento dell’imposta annuale. La Certificazione dimostra al contribuente/dipendente che il datore di lavoro ha adempiuto ai propri compiti con il versamento delle tasse alla Pubblica Amministrazione e allo Stato. 

TiAnticipo_Chaplin_banner_728x90

REGISTRAZIONI CORRISPETTIVI NO PROFIT: 15 MARZO

Un altro appuntamento per le scadenze fiscali è quello del 15 marzo, ma riguarda soltanto le associazioni senza scopo di lucro, le associazioni sportive dilettantistiche e le Pro Loco. Entro tale data infatti, vanno effettuate le registrazioni dei corrispettivi.

Scadenze fiscali per CONTRIBUTI INPS E SALDO IVA: 16 MARZO

Il 16 marzo sono previste le scadenze fiscali per il versamento dei contributi INPS dei propri dipendenti, l’addizionale regionale e l’imposta sostitutiva su incrementi di produttività.

Inoltre, il 16 marzo il calendario fiscale registra anche la data entro cui le PMI dovranno versare il saldo IVA 2017 che emerge dalla dichiarazione annuale. Il pagamento può essere effettuato in un’unica soluzione oppure a rate di pari importo che andranno versate entro il 16 di ogni mese. Nel caso della rateizzazione, l’interesse mensile sarà pari allo 0,33% e in numero delle rate potrà essere al massimo 9.

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock