Spesometro 2018: le nuove scadenze per le PMI

Le novità sullo Spesometro 2018

Redazione MondoPMI
0
0
spesometro 2018

Il Decreto Legge 87 del 12 luglio 2018 ha modificato alcune scadenze relative allo Spesometro 2018. Ma cosa cambia per lo le PMI e quali sono le nuove scadenze previste?

Spesometro 2018: il Decreto del 12 luglio

Con riferimento allo Spesometro, la novità introdotta dal Decreto del 12 luglio riguarda i contribuenti che hanno scelto di trasmettere i dati relativi alle loro fatture ogni tre mesi. Il decreto non ha invece modificato la data per l’abolizione dello Spesometro, prevista per il 1° gennaio 2019, in concomitanza con l’introduzione dell’obbligo di fatturazione elettronica tra privati. Sono state confermate inoltre le scadenze per la comunicazione delle liquidazioni periodiche dell’IVA e le scadenze fiscali per i contribuenti che hanno optato per l’invio semestrale dei dati relativi allo Spesometro.

TiAnticipo_Chaplin_banner_728x90

Spesometro 2018: cosa cambia?

Come preannunciato, il Decreto ha modificato le scadenze dello Spesometro per i contribuenti che hanno optato per la trasmissione trimestrale dei propri dati. Infatti, lo strumento di controllo fiscale prevede che i contribuenti comunichino periodicamente i dati relativi alle fatture ricevute ed emesse nel periodo di riferimento all’Agenzia delle Entrate, per via telematica. Il nuovo Decreto ha prorogato questi termini e, in particolare, ha posticipato la scadenza per l’invio dei dati delle fatture relative al terzo trimestre 2018 (ovvero emesse o ricevute nei mesi di luglio, agosto e settembre). Il termine ultimo, inizialmente fissato per il 30 novembre 2018, è stato dunque rinviato al 28 febbraio 2019, in concomitanza con la presentazione dei dati relativi al quarto trimestre.

Spesometro 2018: le nuove scadenze

Il calendario dello Spesometro 2018 resta invariato per i contribuenti che hanno scelto di inviare i dati delle fatture semestralmente. Le scadenze per presentare i dati relativi alle fatture restano fissate al 1° ottobre 2018 per il primo semestre 2018 e al 28 febbraio 2019 per il secondo semestre. Per i contribuenti che hanno invece optato per l’invio dei dati in forma trimestrale il calendario prevede che, dopo la scadenza del 31 maggio 2018 per i dati sul primo trimestre, vi siano soltanto due ulteriori appuntamenti:

  • 1° ottobre 2018 per l’invio dei dati riferiti al secondo trimestre 2018;
  • 28 febbraio 2019 per l’invio delle fatture riferite al terzo e quarto semestre 2018.
Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock