Startup innovative: ecco le novità dell’estate!

Dalla costituzione on line ai codici per il versamento dei tributi.

Alberto Liviero
0
0

Per effetto del Decreto Mise del 17 aprile le startup innovative, che hanno optato per la forma giuridica delle società a responsabilità limitata, possono costituirsi ricorrendo alla forma elettronica, ossia con in modalità on-line, attraverso la piattaforma appositamente predisposta. Ferma restando la possibilità di rivolgersi al notaio per la costituzione della società per atto pubblico.

A partire dallo scorso 20 luglio è, a tutti gli effetti, operativa la nuova procedura di costituzione attraverso la quale è possibile redigere e sottoscrivere con la firma digitale gli atti costitutivi e gli statuti delle start-up innovative in forma di società a responsabilità limitata. La procedura è attivabile direttamente dalla piattaforma startup.registroimprese.it.

L’atto, preliminarmente registrato e sottoscritto da parte di ciascun contraente, o da parte dell’unico sottoscrittore in caso di società unipersonale, può essere trasmesso mediante la “Comunicazione Unica” direttamente all’Ufficio del registro delle imprese competente. L’Ufficio ricevente protocollerà automaticamente la pratica ed effettuerà le verifiche di sua competenza. Per un maggior approfondimento sulla procedura telematica è possibile consultare la guida predisposta dal registro imprese.

È opportuno precisare che il nuovo procedimento è facoltativo e alternativo rispetto all’ordinaria modalità di costituzione con atto pubblico. Pertanto, come sottolineato nella circolare n. 3691/C, le CCIAA potranno continuare a iscrivere, in sezione ordinaria e speciale, start-up costituite nella forma di società a responsabilità limitata a norma dell’articolo 2463 del codice civile con atto pubblico.

Inoltre, con la risoluzione n. 56/E del 19 luglio 2016, l’Agenzia delle Entrate ha istituito i codici tributo per il versamento delle imposte di registro e di bollo, connesse alla registrazione degli atti costitutivi delle startup, da effettuare attraverso il modello F24 nella sezione erario riportando come anno di riferimento l’anno di stipula degli atti. Stesse modalità anche in caso di eventuali sanzioni ed interessi connesse alla registrazione degli atti di cui sopra.

Di seguito i codici introdotti con la risoluzione:

  • 1540 – Start-up innovative – atto costitutivo – Imposta di registro;
  • 1541 – Start-up innovative – atto costitutivo – Sanzione da ravvedimento imposta di registro;
  • 1542 – Start-up innovative – atto costitutivo – Imposta di bollo;
  • 1543 – Start-up innovative – atto costitutivo – Sanzioni da ravvedimento imposta di bollo;
  • 1544 – Start-up innovative – atto costitutivo – Interessi da ravvedimento.

Photocredits Shutterstock